Il mare trasparente di Mondello… <3

1367
Il Mare e la Spiaggia di Mondello

Nel frastuono di una cittá distratta dal caos, sento arrivare il richiamo…

Percepisco il tuo suono tra mille, quello che picchietta lentamente nel cuore unito al rumore dei miei passi armoniosi che toccan la fredda sabbia di Gennaio, che m’indica la via fino alla battigia compatta, sulla quale ho voglia di eclissarmi.

Lei… che ringrazia i colori del cielo dell’alba, se a padroneggiare è l’inestimabile bellezza dell’oro che s’infrange sulle acque che morbide arrivano, bagnando la riva.

E su quelle lunghe distese di piccole dune sabbiose che cedono all”effetto dei colori cobalto, rosa e blù, che alzo lo sguardo e resto in silenzio.
Ascolto solo ciò che mi concedi di sentire, ed ascolto me stessa come se fosse la prima volta.
Mi annullo alla maestosità di un immenso di cui solo i miei occhi posson godere e non le mie mani. Completa, pur non capendo ciò che il dolce suono delle tue onde vuole dire, sollevata nel respirare aria nuova, la pace dei miei sensi che mi portano da te, ogni volta che il resto non conta, ogni volta che il resto non vale quanto te!

Il Mare e la Spiaggia di Mondello

Poi il mare… il lungo litorale che seguo adesso con lo sguardo, mi porta verso un piccolo molo di pietra e dall’altra parte, in lontananza, scorgo il piccolo paesino tra le casette minuscole irruenti vicino al porticello, dove i pescatori giocano a carte uccidendo il tempo.

Io ti guardo… non ti vedo; Io ti custodisco… non ti eludo.

Poco per volta, passo dopo passo, lascio e guardo affievolirsi, sulla sabbia, le impronte dei miei piedi freddi.
Non vi è caos ma solo energia, l’elemento acqua che si unisce all’elemento vita, la mia.

Più procedo in avanti, più sento il bisogno di non fermarmi per raggiungere il mio vero equilibrio, perchè non c’è niente di più bello del modo in cui tutte le volte tento di scappare dalle tue acque fredde e limpide, che arrivan decise sui miei piedi, ed alla fine invece, mi lascio baciare da te in un’anomala calda mattina d’inverno!

Tu mare… non sei che il complice del mio egoismo, seduci la mia mente, la mia confusa irrequietezza, accarezzi ogni pensiero, mi accogli nella profondità del tuo mondo, e con me fai l’amore, quando immergendomi, mi abbandono chiudendo gli occhi e scivolo lontano.

Nuda come la sabbia nel vento, immensa come il blu del tuo colore, la mia anima si riempie, piano, del tuo splendore!

[ Fabiola ]

Il Mare e la Spiaggia di Mondello

Mondello è una frazione e meravigliosa località turistica di Palermo, racchiusa da Monte Pellegrino e Monte Gallo. Distaccata dalla città dal Parco della Favorita, è raggiungibile per mezzo dei tanti viali reali alberati o tramite collegamenti secondari.

La zona è rinomata per la spiaggia, che rappresenta uno dei lidi più ambiti della Sicilia, per le sue numerose ville in stile Liberty, note come migliore espressione dell’Art Nouveau in Italia, e per i siti di interesse storico.

Etna vista da Mondello

LO SAPEVATE CHE DA MONDELLO SI VEDE L’ETNA???

CLICCA QUI!

Arrivare a “Mondello”:
Dal centro di Palermo è possibile raggiungere Mondello tramite la strada che attraversa la “Favorita“, stupendo parco, creato nel 1799 da Ferdinando III di Borbone, adibito a coltivazioni di agrumi, olivi, frassini, noci e sommacco, e a riserva di caccia.

Altrimenti si può imboccare l’Autostrada A29 Palermo-Mazzara del Vallo e prendere l’uscita per Sferracavallo!

[mapsmarker marker=”25″]